The wine of the son of the King of the French

documentary movie directed by Lidia Rizzo

Sequenze di gola: I atto. Resoconto del primo appuntamento: Segnalazione a Bologna

Posted by on Mar 12, 2015

Sequenze di gola: I atto. Resoconto del primo appuntamento
Avatar di Martina B Martina Belcecchi- mercoledì, 11 marzo alle 9:31

 

Nella serata di ieri, 10 marzo, è stata inaugurata la seconda edizione della rassegna cinematografica “Sequenze di gola”, evento patrocinato da Expo 2015, sostenuto da Emil Banca, presentato dal Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia dell’Università di Bologna e che, inoltre, ha ottenuto la collaborazione dell’associazione dei Documentaristi Emilia-Romagna e dell’Accademia italiana della cucina.

La serata si è aperta con una presentazione generale dell’evento e dei film previsti, dal 10 fino al 31 marzo 2015. Il primo incontro prevedeva la visione in anteprima a Bologna di Lo Zucco. Il vino del figlio del Re dei Francesi, regia di Lidia Rizzo. Il film procede secondo un alternarsi di testimonianze e commenti storici, immagini in bianco e nero, sequenze paesaggistiche odierne e ricordi strappati alla memoria. Le sequenze narrano della Palermo e del Musée Condé a Chantilly di oggi che curano con estremo rigore gli oggetti, tra cui fotografie e rapporti epistolari, che riconducono alla Palermo e ai paesi di Zucco e Montelepre di ieri, quasi fosse un viaggio tra Sicilia e Francia in cui lo spettatore è condotto per mano dalla regista.

Click here to learn more

Il ritmo del documentario è scandito da un crescendo nella prima parte attraverso la descrizione dell’idea da cui nacque questo vino e l’ascesa della tenuta del vigneto di Zucco, grazie al contributo economico del duca d’Aumale e al suo ingegno strategico nell’avanguardia meccanica industriale. Nella seconda parte del film, invece, si assiste a come la tenuta sia passata per varie mani a causa del problema dell’ereditarietà fino ad arrivare al collasso del titolo che lo Zucco era faticosamente riuscito a raggiungere. Nell’ultima parte, invece, il film testimonia l’affettuoso ricordo di coloro che non dimenticano la grande importanza che ebbe lo Zucco, soprattutto dopo il successo dato dall’esportazione e la fama mondiale che seguì, prendendo la decisione coraggiosa di farlo risorgere. Il montaggio, pertanto, si è chiuso lasciando un senso di speranza nello spettatore (soprattutto in quello amante sia del cinema sia dei vini) che, probabilmente, potrà assaggiare di nuovo il sapore dello Zucco e rivedere il suo colore ambrato. La prima “puntata” della rassegna cinematografica si è conclusa con l’assaggio del vino Pignoletto dell’azienda agricola Tizzano (situata vicino a Casalecchio di Reno), accompagnato da focaccia e mortadella. Con l’occasione, ricordo ai lettori che il prossimo appuntamento di “Sequenze di gola” si svolgerà martedì 17 marzo, sempre alle ore 18:30 in via Rialto 19 presso il Cinema Rialto, con la proiezione del film francese L’ala o la coscia?

Potrebbe interessarti: http://www.bolognatoday.it/social/segnalazioni/sequenze-di-gola-i-atto-resoconto-del-primo-appuntamento-2357667.html Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

 

Read More

SEQUENZE DI GOLA | BOblog

Posted by on Mar 12, 2015

Corriere Della Sera > Blog > BOblog > SEQUENZE DI GOLA MAR 09 2015

SEQUENZE DI GOLA

di Piero Di Domenico – L’Edipeo di Pdd

Era il quinto figlio di Luigi Filippo d’Orleans, re dei Francesi, e nell’Ottocento era considerato tra gli uomini più ricchi al mondo.

Enrico d’Orleans, duca d’Aumale, visse però in esilio e in Sicilia, terra d’origine della madre, produsse lo Zucco, simile ai vini portoghesi di Madeira. Un vino naturale, invecchiato almeno 5 anni prima dell’imbottigliamento, che oggi non viene prodotto più ma che è finito al centro del documentario “Lo Zucco. Il vino del figlio del re dei Francesi”, della siciliana Lidia Rizzo, allieva di Folco Quilici, che martedì 10 inaugurerà, alla presenza della stessa regista, il nuovo ciclo della rassegna “Sequenze di gola”, in programma sino a fine mese al cinema Rialto con ingresso a 5 euro. Con il patrocinio dell’Expo milanese, l’iniziativa promossa dal Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia dell’Alma Mater e da Circuito Cinema accompagnerà le 4 proiezioni, inizio alle 18,30, con commenti e con degustazioni di vino dell’Azienda Agricola Tizzano.

Continua

La settimana successiva si farà un salto all’indietro di quasi 40 anni con la commedia francese di Claude Zidi “L’ala o la coscia?”, con Louis de Funès nei panni dell’editore della maggior guida gastronomica d’oltralpe che cerca di smascherare un industriale di cibi sintetici preconfezionati. Dopo il più recente “Il pasticciere” di Luigi Sardiello, con Antonio Catania maestro di dolcezze impelagato in un noir inquietante, la conclusione, il 31 marzo, sarà nel segno di una doppia visione. A cominciare dall’anteprima del breve film di montaggio di Andrea Gropplero, “Quando l’Italia mangiava in bianco e nero”, già presentato nella sezione Culinary Cinema dell’ultimo festival di Berlino. Il fondatore della casa di produzione bolognese Pidgin si è mosso nel ricco arcipelago delle ricette regionali della cucina italiana, pescando tra le immagini in bianco e nero dell’Archivio dell’Istituto Luce. Dalla visione di centinaia di ore di sequenze sono venuti fuori una ventina minuti all’incrocio tra cibo e spettacolo, in cui si possono riconoscere Totò che addenta con gusto un’aragosta o Aldo Fabrizi pronto a scalare una montagna di spaghetti. Il film costituirà una sorta di antipasto, a base di immagini di repertorio, della proiezione a seguire, “Storie di terra e di rezdore”. Nel documentario i due autori Antonio Cherchi e Nico Lusoli, che saranno presenti alla serata insieme a Gropplero, hanno raccontato le mille sfaccettature della cultura contadina ed enogastronomica modenese, raccontando il viaggio dalla terra alla cucina con il contributo di casari, mondine, pastori e soprattutto di ‘rezdore’, le cuoche-governanti che amministravano da par loro le risorse alimentari in casa. via SEQUENZE DI GOLA | BOblog.
Read More

Sequenze di Gola “Aspettando l’EXPO a Bologna”

Posted by on Mar 12, 2015

Al Cinema Rialto di Bologna, è stato  “Lo Zucco.Il vino del figlio del Re dei Francesi”  ad aprire la rassegna cinematografica  promossa dal Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia dell’Alma Mater e da Circuito Cinema, con il patrocinio dell’Expo milanese.

 

Read More

IFFEST Dokumenta ART. XXI in Bucharest

Posted by on Ott 16, 2014

IFFEST Dokumenta ART. XXI in Bucharest

We are proud to announce the official selection to IFFEST Dokumenta ART. XXI in Bucharest.
The screening  of “Lo Zucco” is  in October 17th Friday at Lyceum theoretic “Dante Alighieri”.
Please if you are around join us to the screening, thank you. See you soon!

http://dokumentarts.ro/film-screenings-program/ 

IFFEST DOCUMENT.ART.XXI is an  International Film Festival on Art, Ecology and Tourism. The first tourism international film festival ever organized in Romania founded in 1993 by Nicolae Luca.
IFFEST has two sections, one of touristic film, the other of ecologic film.

Read More

Il film “Lo Zucco” al Forum Universale delle Culture Napoli e Campania

Posted by on Mag 6, 2014

Il film “Lo Zucco” al Forum Universale delle Culture Napoli e Campania

Proiezione del documentario “Zucco, il vino del figlio del re dei francesi” nell’ambito della manifestazione Forum Universale delle Culture Napoli e Campania

Itinerari territoriali e culturali dell’alimentazione e dell’enogastronomia nell’ambito dello sviluppo sostenibile. A cura di Associazione Luidig.

Palazzo Paolo V – Benevento

Sabato, 10 Maggio 2014 18:30 – 19:30

Giovedì, 29 Maggio 2014 20:00 – 21:00

Giovedì, 12 Giugno 2014 18:30 – 19:30

Sarà presente la regista Lidia Rizzo

 

Pagina web Ufficiale: http://www.forumculturebenevento.it

 

 

 

Read More

Anteprima a Palermo 26 febbraio 2014 del film “Lo Zucco”

Posted by on Feb 20, 2014

Anteprima a Palermo 26 febbraio 2014 del film “Lo Zucco”

Il 26 febbraio 2014, l’anteprima ufficiale del documentario per la Città di Palermo sarà ospitata dal Comune al Cinema De Seta dei Cantieri Culturali alla Zisa.
La proiezione, dedicata a Vittorio Umiltà, fondatore di Salvare Palermo e al fotografo Enzo Sellerio – entrambi con le loro ultime apparizioni nel film- sarà preceduta da un aperitivo di vino, offerto da IRVOS e da una conversazione “Vino Storia e Cultura” condotta dal giornalista Mario Pintagro, con la regista e alcuni protagonisti del film e della enologia siciliana.

Saranno presenti l’assessore regionale al Turismo Michela Stancheris, il direttore del Dipartimento Alessandro Rais, il direttore della Film Commission Pietro Di Miceli, l’assessore ai BB.CC. del Comune di Palermo, Francesco Giambrone.

 

 

 

Read More

Facebook contributes Festival Oenovideo 2013

Posted by on Ago 29, 2013

Festival Oenovideo 2013

La presencia de lidia Rizzo y su acompañante enriquecieron el Festival Oenovideo 2013 de Carcassonne con el excepcional film ” Zucco, le fils du Roi français. Grazie mille Lidia. Como me gustaría algún día poder colaborar contigo en alguno de tus films o reportages!!

Carles Cuscó.

Read More

Il film sul vino prodotto da D’Aumale vince in Francia all’Oenovideo Film Festival 2013 (cronache di gusto.it)

Posted by on Giu 5, 2013

“Lo Zucco. Il vino del figlio del Re dei Francesi”, il film firmato dalla regista Lidia Rizzo ha vinto al 20° Oenovideo International Wine and Grape Film Festival 2013.
Il Prix de la Revue des Œnologues è così andato al lungometraggio dedicato al Duca D’Aumale, al territorio che si affaccia sul Golfo di Castellammare che accolse una case history imprenditoriale ottocentesca e di successo.

Read More